Tuesday, February 24, 2015

FREE ASTRONOMY, il blog che vi porta tra le stelle

Il gruppo FREE-ITALIA, amplia e consolida la sua offerta divulgativa sull'astronomia creando un nuovo blog, siamo presenti su Facebook e Twitter con il nostro nuovo brand FREE ASTRONOMY.




Immaginate una notte limpida di essere soli o in conpania di qualcuno, che magari vi piace, alzate la testa e vedrete tanti puntini luminosi, fermatevi ad ammirare quello spettacolo, dopo aver strappato un bacio. vi chiederete: Ma come è fatto e come funziona il cielo?



L'astronomia è una disciplina che inizia dall’analisi di quella immensa cupola che ci sovrasta chiamata anche cielo, firmamento o più semplicemente volta celeste. Osservarla, comprenderla e saperne esaminare le caratteristiche sono i primi passi da compiere per garantire solide basi alla nostra passione.


Tutto ciò potrebbe apparire come un’impresa riservata esclusivamente ai possessori di costosi strumenti ottici. Ma se questo è vero per gli oggetti del profondo cielo, non lo è altrettanto per iniziare a conoscere i fenomeni ed i corpi celesti più comuni. Basta pensare che gli astronomi dell’antichità riuscirono in questo intento con l’ausilio di un solo strumento: l’occhio.


Grazie al nostro senso, infatti, è possibile osservare le stelle più luminose e di conseguenza, mediante l’ausilio di mappe celesti cartacee o digitali, individuare le diverse costellazioni visibili a seconda della latitudine, della stagione e dell’ora d’osservazione.


Iniziamo l’esplorazione del cielo imparando alcune regole sull’orientamento. Una volta trovati i riferimenti fondamentali sarà un gioco da ragazzi comprendere la dinamica apparente della volta stellata, tanto che qualcuno esclamerà (come è accaduto al sottoscritto): “Ma come ho fatto a non capirlo prima? E’ ovvio!”.


Talvolta alcuni argomenti si affrontano in maniera distaccata perchè ritenuti (erroneamente) al di sopra delle proprie capacità intellettive. Ciò che ci siamo promessi di fare in queste pagine (spero con risultati) è di abbattere questi preconcetti mentali – ove ce ne siano – introducendo le prime nozioni astronomiche in modo chiaro e semplificato.

No comments:

Post a Comment