Wednesday, March 1, 2017

Ecco cosa ci riserva il cielo di marzo 2017


Marzo, terzo mese dell’anno, porta con sé una sfilza di eventi astronomici, tra congiunzioni e “maratone”. Innanzitutto si ricordi che, oggi, 1° marzo inizia la primavera meteorologica, in attesa di quella astronomica, che avverrà il 20 alle ore 10:29 UTC.
Ecco quindi cosa ci attende nel dettaglio nel cielo del mese di marzo:


Il Sole si trova nella costellazione dell’Acquario fino al 12, quando entrerà in quella dei Pesci. La nostra stella sorge e tramonta ad Est e ad Ovest, e si trova nel punto di intersezione tra equatore celeste ed eclittica. Il giorno e la notte presentano la stessa durata. La durata del giorno aumenta di circa 1 ora e 25 minuti dall’inizio del mese.

Come già ricordato, il 20 marzo è il giorno dell’equinozio di primavera (ore 10:29 UTC), mentre domenica 26 marzo entrerà in vigore l’ora legale: le lancette dovranno essere spostate un’ora in avanti (dalle 2 alle 3). Le lancette verranno poi nuovamente spostate (un’ora indietro) il 29 ottobre, quando verrà ripristinata l’ora solare.

La Luna è in Primo Quarto il 5, il plenilunio è il 12, l’Ultimo Quarto il 20, il novilunio il 28. Raggiungerà il punto più vicino alla Terra lungo la sua orbita, il perigeo (369.061 km di distanza) giorno 3, il 18 l’apogeo (404.650 km), e nuovamente il perigeo il 30 (363.854 km di distanza).

Per quel che riguarda i pianeti, Mercurio non è osservabile nella prima metà del mese, per poi ricomparire la sera quando sarà visibile a ovest. Venere sarà inizialmente visibile dopo il tramonto del Sole per poi divenire inosservabile col passare dei giorni. Marte si può scorgere all’inizio della sera, basso sull’orizzonte ovest. Giove anticipa sempre più il suo sorgere fino a diventare osservabile per quasi tutta la notte, inizialmente sorge ad est per poi culminare dopo la mezzanotte a sud. Saturno è visibile a sudest nelle ultime ore della notte. Urano è individuabile (per mezzo di un telescopio) tra Marte e Venere. Nettuno non è osservabile per tutto il mese.

Congiunzioni: Luna-Marte l’1; Luna-Giove il 14; Luna-Saturno il 20; Luna-Marte il 30.

Per quel che riguarda le costellazioni, il cielo è ancora dominato da quelle invernali, leggermente spostate ora verso sudovest. A Nord ovviamente vi è l’Orsa Maggiore, mentre a nordovest è facile individuare Cassiopea: tra questa e il Toro è osservabile la costellazione del Perseo. Ad est brillano le costellazioni del Leone e della Vergine. A Ovest protagonista Orione, con le tre stelle della cintura, ed i 3 luminosissimi astri Betelgeuse, Rigel e Bellatrix. A sinistra in basso rispetto ad Orione, nella costellazione del Cane Maggiore, brilla Sirio.

Infine, imperdibile come ogni anno la Maratona Messier, un appuntamento (quest’anno il 25-26 marzo) ben noto agli astrofili appassionati: si sostanzia nell’osservazione di tutti gli oggetti del catalogo Messier (110) dal tramonto all’alba.
Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2017/03/equinozio-di-primavera-e-congiunzioni-ecco-cosa-ci-riserva-il-cielo-di-marzo-2017/863230/#iS6LRWSrp2TRQ3Lo.99

No comments:

Post a Comment